Collina delle Streghe Juodkranté Lituania 00

La collina delle streghe di Juodkranté, detta anche “Raganų Kalnas” nella lingua locale è un luogo molto suggestivo e misterioso. Con le sue sculture di legno ispirate alle favole e alle leggende lituane, si trova nella parte lituana della Penisola Curlandese, detta anche Penisola di Neringa.

Per metà appartenente alla lituania e per metà alla russia, la penisola è una sottile lingua di sabbia lunga 98 chilometri (dal 2008 è Patrimonio Mondiale dell’UNESCO) che separa la laguna Curlandese dal mar Baltico. I paesaggi sono un vero e proprio spettacolo della Natura, più turistico il lato interno, più selvaggio e suggestivo il lato esposto sul mare aperto, anche il meteo ho trovato differente da un lato all’altro.

Come raggiungere la Penisola Curlandese

Per raggiungerla dalla Lituania bisogna imbarcarsi a Klaipeda per un brevissimo tratto, con il camper ho pagato euro 11,80, e una volta sbarcati si paga un pedaggio che è di 5 euro per le auto e 15 per i camper.  

Per chi ha il visto è raggiungibile anche via terra dalla parte russa.

Appoggiata su una bassa duna boschiva di conifere, la collina è il luogo dove sono conservate circa 80 statue di legno dalle fattezze mostruose e sinistre. La collezione fu iniziata nel 1979, e negli anni è stata ampliata molte volte, fino ad arrivare alla quantità di sculture che sono oggi presenti.

Le statue e gli autori

Sono 49 gli intagliatori che hanno lavorato alla realizzazione di questo luogo. Guidati dal progetto dello scultore Šarapovas e dell’architetto Nasvytis, si sono ispirati per il loro lavoro alla tradizione artigianale Samogizia, e ai temi della celebrazione di Joninés (vigilia della notte di mezz’estate). Le statue che punteggiano la collina raffigurano alcuni eroi di favole e leggende del folclore lituano, e alcune figure della tradizione pagana: creature mostruose, fantasmi, streghe e diavoli sono rappresentati in grande numero. La statue sono controllate ogni anno, ed eventualmente rimpiazzate da nuovi pezzi.

Le origini secondo la leggenda

La Collina delle Streghe di Juodkranté è un luogo molto evocativo perché è legato ad un’antica leggenda del posto secondo la quale, in un passato remoto, le forze del male presero possesso di una parte della collina. Tra le sculture più belle che popolano la folta vegetazione ci sono quelle dei Dodici Fratelli, del Diavolo, l’Aquila, il Corvo la Regina dei Serpenti, il Drago decapitato da un Principe, il Folletto, il Cacciatore Furtivo e molte Streghe dall’indole malevola.. E non può mancare Neringa, figlia di un gigante della dea del mare Laima, che raccolse sabbia nel suo grembiule e lo depositò sulla riva per costruire un bastione e proteggere i pescatori dagli uragani.

L’accesso al bosco è gratuito e il sentiero è dotato di indicazioni.

Se ti è piaciuto questo articolo iscriviti alla mia newsletter per rimanere informato

Please follow and like us:
error

25 thoughts on “La Collina delle Streghe di Juodkranté”

  1. Sono da sempre affascinata dalle streghe e da tutte le storie che le riguardano quindi mi piacerebbe molto visitare questo posto

  2. Davvero incantevole!! Le statue sono perfette è molto suggestive. In camper deve essere stato ancora più bello attraversare i paesaggi baltici. Stiamo valutando un esperienza del genere, prima o poi ce la faremo

  3. A me piacciono un sacco i luoghi misteriosi, carichi di fascino e leggende come La collina delle Streghe! Ho letto il tuo scritto attentamente e senza distrazioni, davvero bello e anche le foto! Complimenti!

  4. Non conoscevo l’esistenza di questo posto e della sua,leggenda. Bellissimo il post e molto belle le foto. Sarà spettacolare poterla visitare. Chissà magari un giorno

  5. Le leggende questo tipo mi piacciono davvero moltissimo. Sono davvero molto interessata alle storie di streghe, fantasmi e mostri. E le sculture sono meravigliose, tutte intagliate nel legno, perfettamente imperfette e dettagliate. Da vedere.

  6. un numero infinito di statue, ognuna è davvero particolare, sono belle e ben rifinite nel dettaglio, vederle dal vivo sarebbe meraviglioso, un luogo suggestivo e che mi incuriosisce

  7. Anni fa, ero in Germania, vidi un documentario sulla Penisola Curlandese e ne rimasi molto colpita. Sai che ci sono molte leggende popolari europee che raccontano una storia come quella che hai indicato tu? Dicono che sia perché le colline, così come i passi montani, indicano sempre un luogo di passaggio tra bene e male.

  8. Ma che meraviglia…. Io sono attirata dalle leggende sulle streghe….. Mi piacerebbe moltissimo visitare questo posto, le statue mi incutono ansia 🙂

  9. Queste statue sono davvero stupende ! Particolari e interessanti allo stesso tempo ! Se mi dovesse capitare di passare da queste parti ci farò sicuramente un salto ! È bello poter leggere articoli di posti non troppo turistici e ancora poco conosciuti
    Michela

  10. Adoro le leggende, rappresentano la storia di un popolo. Storie che nascono da episoti realmente accaduti e che col passare del tempo si contornano di descizioni fantasiose e surreali. Chissà, forse in passato questa collina era infestata da streghe cattive. Molte delle sculture fotografate sono meravigliose. Ti dirò, qualcuna la metterei anche nel mio giardino. Non so se Luna sarebbe d’accordo

  11. Notevoli problemi qui. Sono Sono molto soddisfatta contento to peer a guardare il vostro
    articolo postale. Grazie molto e Sono avere uno sguardo
    avanti a tocco voi. Vuoi gentilmente me cadere
    un mail ? Maramures Grazie, buona giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.